Scars of life, series

2016-02-03_005101"le cicatrici sono le ustioni dei nostri personali inferni..."

(vai al progetto)

Flickr

Absentia

«La mezzaluna sorride beffarda, gli alberi nudi gridano infuocati lunghe le ombre sui muri vanno verso un serpente che sibila parole incomprensibili. Bambini incatenati, sorridono mentre occhi senza volto, guardano il vuoto. Una falce dietro la schiena. Cicatrici di guerra, ho cucito sul petto. Denti aguzzi di lupo, fanno la guardia alle porte del senno.,

Details
Published on:
4 dicembre 2012 04:54
Categories:
Senza categoria

painfully natural

«Era già tutto alle spalle. Il dolore aveva forgiato il suo esistere, ed ora si sentiva come un contenitore d’acciaio che una volta chiuso a chiave non inviava più segnali e scorie all’esterno.» (Maria Antonietta Marras, “La mosca”, 2012, stralcio) «Forse non ho capito niente.Perchè a dimenticare ci vuole tempo, mi dicevo. Cancellare si può.

Details
Published on:
4 dicembre 2012 04:52
Categories:
Senza categoria

caractère vague

«Posso udire lo strappo, rabbia e amore, passione e pietà. E quando il distacco si è improvvisamente compiuto – o quando non ne colgo più il suono – allora il silenzio è ancora più terribile perché c’é solo follia intorno a me, la follia delle cose strappate, che si strappano dal di dentro, radici che

Details
Published on:
30 novembre 2012 06:05
Categories:
Senza categoria

Nouvelle Vague

E io pensavo alla cameriera dell’albergo che mi dava consigli per una felce: «Non la innaffi, metta un piatto pieno d’acqua sotto il vaso, così quando vuol bere, beve, e quando non vuole non beve». E pensavamo a quella cosa incredibile che avevamo letto, che un pesce solo nella vaschetta diventa triste e allora basta

Details
Published on:
26 novembre 2012 04:46
Categories:
Senza categoria

Beyond surface

Perseguire un obiettivo che cambia continuamente e che non è mai raggiunto è forse l’unico rimedio all’abitudine, all’indifferenza, alla sazietà. È tipico della condizione umana ed è elogio della fuga, non per indietreggiare ma per avanzare.» (Henri Laborit, “Elogio della fuga”, 1976)     “Beyond surface”, [illusions perdues] photo-artwork Daniele Deriu, 2012 © All Rights

Details
Published on:
25 novembre 2012 23:12
Categories:
Senza categoria

I.D.R. (Improbable Disease Remission)

«Nessun organismo vivente può mantenersi a lungo sano di mente in condizioni di assoluta realtà; perfino le allodole e le cavallette sognano, a detta di alcuni. Hill House, che sana non era, si ergeva sola contro le sue colline, chiusa intorno al buio; si ergeva così da ottant’anni e avrebbe potuto continuare per altri ottanta.

Details
Published on:
25 novembre 2012 23:10
Categories:
Senza categoria

no problem

«Io vorrei farti dormire, ma come i personaggi delle favole, che dormono per svegliarsi solo il giorno in cui saranno felici. Ma succederà così anche a te. Un giorno tu ti sveglierai e vedrai una bella giornata. Ci sarà il sole, e tutto sarà nuovo, cambiato, limpido. Quello che prima ti sembrava impossibile diventerà semplice,

Details
Published on:
25 novembre 2012 23:08
Categories:
Senza categoria

He loves me

«Oggi è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Abbiamo dovuto farne una per tenere presente il problema. Come al solito. Ci sono delle volte che ottusamente mi chiedo che senso abbia una ricorrenza “pro” o una “giornata contro”. Abbiamo davvero la necessità di avere una ricorrenza sulla libertà, sulla liberazione, sui diritti dell’uomo,

Details
Published on:
25 novembre 2012 03:24
Categories:
Senza categoria

(she) dressdummy

« Ecco un bianco scenario per tratteggiarvi l’accompagnamento degli oggetti di sfondo che pur vivono. non ne sarò l’artefice impaziente. Berrò alle coppe della nostalgia, avrò preteso d’ozio nelle lacrime… perché non mi ribello alla natura: la mia lentezza li esaspera… La mia lentezza? No, la mia fiducia. Per adesso è deserto. Il mondo può

Details
Published on:
21 novembre 2012 02:29
Categories:
Senza categoria

the meeting

«La popolazione ottima» disse ancora Mustafà Mond «è modellata come un iceberg; otto noni al di sotto della linea d’acqua, un nono sopra». (Aldous Huxley, Il mondo nuovo, 1932)   Nota:  Nick Cave & The Bad Seeds – Red Right Hand     “the meeting”, [illusions perdues] photo-artwork Daniele Deriu, 2012 © All Rights Reserved

Details
Published on:
16 novembre 2012 12:14
Categories:
Senza categoria
Top! Copyright (c) 2012-17 illogico.it — Daniele Deriu Photography - photophilosophy and artwork :: daniele@illogico.it.
Social Links:
FACEBOOK
FLICKR
DEVIAN-ART
SKYPE