Scars of life, series

2016-02-03_005101"le cicatrici sono le ustioni dei nostri personali inferni..."

(vai al progetto)

Flickr

dancing in the dark

«Quando la musica inizia, non è più soltanto oscurità quella che mi avvolge… prendo a danzare e non è più soltanto l’oscurità a definirmi. Prima vagavo terrorizzata all’idea di colpire qualcosa o qualcuno, ora creo figure di luce nello spazio attorno a me che non hanno alcun confine. In bilico sulle punte, cancello la gravità,

Details
Published on:
8 aprile 2018 11:42
Categories:
Senza categoria

Scars of life al Cardarelli di Napoli – daniele deriu

Esporre il proprio lavoro è sempre emozionante. Raramente invece risulta essere anche così importante. Il progetto “Scars of life” sarà infatti esposto dal 10 al 20 marzo all’ospedale Cardarelli di Napoli (Padiglione N, secondo piano) nell’ambito di una iniziativa che metterà l’accento sulla prevenzione dei tumori e sui risultati ottenuti nella ricerca per combatterli. L’evento,

Details
Published on:
9 marzo 2018 13:07
Categories:
Senza categoria

8 marzo 2018

  Come tutti gli anni, in questa giornata, lascio da parte la mia firma cromatica “aurea” e la mia balzana filosofia dello “sguardo percepito” (e mai mostrato) per dedicare simbolicamente uno sguardo alle donne… che possano guardare, amare (e lasciare) chi vogliono in piena libertà. Passate una buona giornata. “Otto marzo 2018”, dedicata © Daniele

Details
Published on:
8 marzo 2018 06:12
Categories:
Senza categoria

Se l’è cercata

Lo stupro? Solo all’inizio, ma poi la donna si calma e gode. Se l’è cercata. Se si sceglie la cultura dello sballo certe cose succedono. La donna è fonte di desiderio, è un istinto primordiale. Se non avesse voluto attirare l’attenzione, non avrebbe dovuto vestirsi in quel modo. L’uomo è infedele per natura, la donna non

Details
Published on:
25 novembre 2017 13:56
Categories:
Senza categoria

the illusionist

«C’è sempre quella parte in cui l’illusionista taglia in due una donna. La fa entrare con grazia dentro una scatola e poi la taglia. Via le gambe, poi le braccia e infine la testa. E’ divertente anche se sai benissimo come andrà a finire. Invece io mi sveglio ogni mattina con l’idea di essere quella

Details
Published on:
22 ottobre 2017 11:26
Categories:
Senza categoria

never empty

«Il vuoto ti assale. Quando ancora cerchi di comprendere parole aliene come “linfonodo sentinella”, percepisci che lo spazio vuoto dentro di te sta aumentando. E’ qualcosa di ben più profondo e incolmabile dell’assenza che prima conteneva il tuo seno piccolo e carino. Non si risolve con l’idea di una protesi. E’ la parte più difficile.

Details
Published on:
19 marzo 2017 12:30
Categories:
Senza categoria

8 marzo 2017, dedicata

Come ogni anno, in questa giornata, mi “libero” dalla mia firma cromatica “aurea” e dalla filosofia “sguardo percepito” (e mai mostrato) per dedicare simbolicamente uno sguardo alle donne. Lo ammetto, certe volte è complicato. Stai dietro a uno scatto per mesi, ascolti, provi simpatia (nel senso di co-sofferenza) e cerchi di raccontare una storia che

Details
Published on:
8 marzo 2017 00:39
Categories:
Senza categoria

Everything begins with an interruption

«Tutto inizia con una interruzione. La mia vita è un continuo interrompersi. Dopo l’incidente, il trauma, ho questi momenti in cui entro come in stand-by per alcuni minuti. Se vedete in giro una donna ferma in mezzo al marciapiede con il capo chino, la bocca aperta e un’espressione da ebete un po’ corrucciata e triste,

Details
Published on:
26 febbraio 2017 14:22
Categories:
Senza categoria

Absence

Apro questa nuova galleria (in cui sporadicamente inserirò lavori) in nome dell’Assenza. Alcuni filosofi sono stati chiari in merito a questa faccenda: la felicità è irraggiungibile. Forse per via della sua proprietà “elastica”, per dirla con Bauman: appena la felicità si “tende” verso di noi, a pochi centimetri dalla nostra mano (dandoci quasi l’illusione di

Details
Published on:
6 novembre 2016 23:59
Categories:
Senza categoria

accident

«Conoscete la sindrome del “rallentare e guardare l’incidente”? E’ così che mi sento a volte. Un incidente a lato della strada. La gente rallenta quando mi vede, allunga il collo oltre il finestrino, cerca di darmi una lunga occhiata, di memorizzare i solchi sulle gambe zoppicanti, le piccole menomazioni o le cicatrici delle ustioni. Mi

Details
Published on:
29 ottobre 2016 14:38
Categories:
Senza categoria
Top! Copyright (c) 2012-17 illogico.it — Daniele Deriu Photography - photophilosophy and artwork :: daniele@illogico.it.
Social Links:
FACEBOOK
FLICKR
DEVIAN-ART
SKYPE